La Estrella de Panamá
Panamá,25º

15 de Oct de 2019

Nacional

Papa Francesco incontra i delinquenti minorenni a Panama

La visita si svolge nell'ambito dell'agenda ufficiale che il Papa realizza per la XXXIV Giornata Mondiale della Gioventù (GMG)

Papa Francesco incontra i delinquenti minorenni a Panama

Francesco ha aperto uno spazio nella sua agenda a Panama, per incontrare i minori che si trovano reclusi in un centro alla periferia della città.

Questo venerdì, sin dall'inizio, bambini, giovani e adulti erano ansiosi mentre aspettavano l'arrivo e accoglievano Papa Francesco nel settore di Las Garzas de Pacora. Una comunità rurale nella città di Panama.

La visita si svolge nell'ambito dell'agenda ufficiale che il Papa realizza per la XXXIV Giornata Mondiale della Gioventù (GMG).

Per oggi, il Sommo Pontefice visiterà El Centro de  Cumplimiento de Menores (Centro di Prima Accoglienza di menori) a Pacora, in cui vi sono almeno 167 minori detenuti per varie delitti, che vanno dalla rapina a mano armata a diversi omicidi.

Secondo le informazioni del Ministero del Governo, il Centro di Accoglienza di minori reclusi situato a Pacora, inaugurò nel 2012. Situato in una comunità alla periferia della città a circa cinquanta (50) chilometri dal centro, si basa su un modello di intervento su i minori, attraverso l'educazione, la formazione e la preparazione di un progetto di vita da applicare una volta che i giovani ottengano la libertà.

Al Centro di Accoglienza di Pacora, papa Francesco ha avuto un’udienza personale con tre minori, ma ha officiato una cerimonia religiosa alla quale hanno partecipato la maggior parte dei minori detenuti.

Molti dei minori detenuti in questo centro non professano alcuna religione. Altri provengono da altre confessioni cristiane, ma tutti sono stati accolti dal papa e hanno ricevuto la benedizione.

Il Papa ha parlato con i minori delle opportunità che hanno come giovani e soprattutto della nuova possibilità di diventare qualcuno nella vita, nonostante abbiano commesso alcun errore.

Sin dall'inizio del suo pontificato e anche prima, Francesco, ha avuto un'attenzione particolare per coloro che sono stati privati della libertà.

Per raggiungere il Centro di Accoglienza, Francesco ha attraversato l'intera città di Panama, che ha fatto prima in un veicolo chiuso attraverso una corsia preferenziale e poi ha percorso circa 15 chilometri nel già popolare Papamobile.

Da prima mattina, intere famiglie, uomini, donne e bambini erano sui marciapiedi dell'area che visitava per salutarlo o ricevere la benedizione.

Per Joseht Caballero residente nella zona, vedere il massimo dirigente della Chiesa cattolica è "molto emozionante” e spera che il crimine che regna nel settore in cui risiede diminuirà con l'arrivo del Sommo Pontefice.

Altri vogliono che la visita di Francesco "li rafforzi", come la signora Elizabeth Taylor, residente a Las Garzas.

Traduzione di Mayella Lloyd